Campania/Calabria - tg-trains

Vai ai contenuti

Menu principale:

Campania/Calabria

Shop > Cab-ride > Italia > Sud
RV 2427 Napoli C.le-Cosenza in cabina di guida della pilota npBDH 50 83 82-39 664-8
Napoli C.le-Battipaglia

Napoli C.le-Battipaglia

RV 2427 Napoli C.le-Cosenza
in cabina di guida della pilota npBDH 50 83 82-39 664-8
DVD 65 minuti produzione Tg-Trains 2012

I 301 chilometri che separano Napoli da Cosenza sono percorsi in quasi 5 ore, con una media di 60 km/h, un pò poco nell’Italia del Frecciarossa. Non solo, il materiale è spesso inadeguato per una percorrenza così lunga; in turno E.464 con carrozze a piano ribassato in alternanza a più confortevoli MDVC. Il Regionale Veloce 2427 percorre la linea costiera sul tracciato della storica Napoli-Portici, la prima tratta ferroviaria italiana, aperta nel 1839. Gli scorci rubati al mare sono idilliaci, tra manufatti in pietra e ville vesuviane, colorate da una vegetazione lussureggiante, spesso in contrasto con il degrado del territorio. Da Nocera Inferiore il 2427 raggiunge Salerno attraverso la galleria Santa Lucia che aggira la tratta più spettacolare e impegnativa via Cava dei Tirreni. Le riprese sono integrate dalle immagini del reporter partenopeo Ciro Vitiello.
Bonus Track: l’intervista ad uno storico abitante della Napoli Portici.

25.00 € Aggiungi
Battipaglia-Sapri

Battipaglia-Sapri

RV 2427 Napoli C.le-Cosenza
in cabina di guida della pilota npBDH 50 83 82-39 664-8
DVD 65 minuti produzione Tg-Trains 2012

Lasciata Battipaglia, la Tirrenica Meridionale attraversa tutta la pianura prima di lambire il mare a Paestum. Dal finestrino sono visibili le storiche mura dei templi. Da Agropoli la linea assume un aspetto appenninico, per aggirare i promontori del Monte della Stella e di Marina di Camerota. La ferrovia si inerpica al 17 per mille verso la galleria di valico di Rutino, a 106 metri s.l.m.. Raggiunto il Tirreno ad Ascea, la linea riprende a salire da Pisciotta Palinuro fino ai 78 metri del P.M. San Mauro La Bruca; in un altalenante saliscendi attraverso lunghe gallerie e maestosi viadotti, ritorna sul mare a Policastro. Di nuovo costiera, con scorci idilliaci di uno splendido mare, raggiunge Sapri, ultima città campana.

25.00 € Aggiungi
Sapri-Cosenza

Sapri-Cosenza

RV 2427 Napoli C.le-Cosenza
in cabina di guida della pilota npBDH 50 83 82-39 664-8
DVD 82 minuti produzione Tg-Trains 2012

L’ultimo tratto del viaggio del Regionale Veloce 2427 Napoli-Cosenza attraversa le località più famose della costa tirrenica. La stazione di Maratea, in parte in galleria, sovrastata dalla statua del Cristo Redentore, è l’unico impianto in terra lucana della ferrovia tirrenica meridionale. Attraverso cinque chilometri di gallerie in ascesa 10/12 per mille, il treno arriva in Calabria. Oltre Diamante la linea è costiera, con panorami unici, visibili solo dal treno. Dopo Paola, sede di deposito, la linea piega decisamente a sinistra, lasciando la tirrenica per Reggio Calabria. Si tuffa, infine, nella galleria Santomarco, di 14958 metri, in ascesa 12 per mille, che, in otto minuti, raggiunge la valle del fiume Crati, e, da qui, Cosenza.

25.00 € Aggiungi
IC 560 Reggio Calabria-Roma T.ni in cabina di guida dell'ETR 450.12 "Pendolino"
Reggio Calabria-Vibo Valentia

Reggio Calabria-Vibo Valentia

IC 560 Reggio Calabria-Roma T.ni
in cabina di guida dell'ETR 450.12
DVD 55 minuti produzione Tg-Trains 2011

A bordo del mitico Pendolino ETR 450 risaliamo la penisola italica con l’IC 560 Reggio Calabria-Roma. Il 450 è stato il primo elettrotreno ad alta velocità italiano, entrato in servizio sulla relazione Roma-Milano con l’orario estivo 1988. Il treno originariamente poteva raggiungere una velocità massima di 250 km/h, sfruttando i gruppi motori distribuiti su tutto il convoglio. Grazie ad esso l’Italia è divenuta il secondo paese d’Europa, dopo la Francia, ad avere in orario treni che superano la soglia dei 200 km/h. Con l’evoluzione della tecnologia e la costruzione delle successive serie di “Pendolini” gli ETR 450 sono stati relegati dapprima ai servizi Eurostar minori e, in seguito, agli Intercity. Percorriamo il primo tratto della Tirrenica Meridionale fra Reggio Calabria e Vibo Valentia.

25.00 € Aggiungi
Vibo Valentia-Paola

Vibo Valentia-Paola

IC 560 Reggio Calabria-Roma T.ni
in cabina di guida dell'ETR 450.12
DVD 45 minuti produzione Tg-Trains 2011

La ferrovia Tirrenica Meridionale è il più importante collegamento ferroviario nord-sud tra la Sicilia, la Calabria e il resto della Penisola, in quanto la direttrice jonica è fortemente sottoutilizzata. La Salerno-Reggio Calabria costituisce la sezione meridionale del Corridoio 1 Berlino-Palermo della rete ferroviaria convenzionale transeuropea TEN-T. La sua parte meridionale, tra Rosarno e San Lucido è utilizzata anche come itinerario merci RFI tra il Porto di Gioia Tauro e la dorsale adriatica, attraverso il collegamento ovest-est della linea Paola-Cosenza-Sibari-Metaponto, di recente elettrificazione. La Salerno-Reggio Calabria, detta anche Dorsale Tirrenica, è caratterizzata da un tracciato spettacolare, in buona parte vicino alla costa. La percorrono tutti i treni provenienti da Nord destinati a Reggio Calabria e in Sicilia.

25.00 € Aggiungi
Paola-Sapri

Paola-Sapri

IC 560 Reggio Calabria-Roma T.ni
in cabina di guida dell'ETR 450.12
DVD 43 minuti produzione Tg-Trains 2011

La tratta Paola-Sapri, di 95 km, è la più spettacolare della linea Tirrenica Meridionale. Praticamente sul mare, attraversa località dai nomi altisonanti: Diamante, Scalea, Praia a Mare, Maratea, per citarne alcuni, prima di raggiungere Sapri, primo lembo di Campania. La linea, ricca di brevi ma numerose opere d’arte, fu aperta il 31 luglio 1895; nel 1939 venne completata l’elettrificazione fino a Reggio Calabria. I 1310 km a trazione elettrica rappresentarono un’opera con pochi eguali al mondo.

25.00 € Aggiungi
Sapri-Salerno

Sapri-Salerno

IC 560 Reggio Calabria-Roma T.ni
in cabina di guida dell'ETR 450.12
DVD 65 minuti produzione Tg-Trains 2012

La tratta Sapri-Agropoli Castellabate rappresenta la parte più impegnativa della linea Tirrenica Meridionale Salerno-Reggio Calabria. Lasciata Sapri, la linea si inerpica verso la galleria di valico di San Cataldo, attraversando una zona rigogliosa coltivata ad ulivi. Dopo Centola, località famosa per l’omonimo viadotto, la linea discende verso la costa a Pisciotta Palinuro. Per aggirare il promontorio del monte della Stella i binari corrono ora nella valle del fiume Alento all’interno del Parco del Cilento. Da Vallo della Lucania la linea prende a salire al 17 per mille. Fino a non molti anni fa il tratto fino ad Agropoli Castellabate era teatro di spinte in coda ai treni più pesanti. La forte pendenza è evidenziata dal teleobiettivo. Oltre Agropoli, la linea è praticamente pianeggiante fino a Salerno.

25.00 € Aggiungi
Salerno-Napoli Cancello Arnone

Salerno-Napoli Cancello Arnone

IC 560 Reggio Calabria-Roma T.ni
in cabina di guida dell'ETR 450.12
DVD 62 minuti produzione Tg-Trains 2012

Ultima parte del viaggio con l’IC 560 Reggio Calabria-Roma Termini. Per evidenti motivi, dovuti all’impossibilità di pulire il vetro reso opaco dalle innumerevoli zanzare che infestano nei mesi estivi la piana del Volturno, la telecamera si spegne poco oltre Cancello Arnone. Lasciata Salerno, percorriamo la lunga galleria Santa Lucia che, attraverso l’omonimo bivio, immette alla linea AV “a monte del Vesuvio”. La tratta, lunga 29 km, aperta all’esercizio nel giugno 2008, permette il decongestionamento della linea costiera Napoli-Salerno. La linea, attrezzata con R.S. a 9 codici, alimentata a 3 kV. , consente i 250 km/h. Ormai col sole al tramonto, arriviamo a Napoli Centrale in anticipo. Dopo il “giro banco” ripartiamo in senso opposto verso Roma.

25.00 € Aggiungi
Reg. 3743 Catanzaro Lido-Reggio Calabria in cabina di guida della D.445
Catanzaro Lido-Roccella Jonica

Catanzaro Lido-Roccella Jonica

Reg. 3743 Catanzaro Lido-Reggio Calabria
in cabina di guida della D.445
DVD 43 minuti produzione Tg-Trains 2011

A bordo della D.445.1035 effettuiamo il Reg. 3743 Catanzaro Lido-Reggio Calabria. Il 3743 e il suo corrispondente, 3750, insieme agli ICN 782 e 787, sono gli unici treni a materiale ordinario della direttrice ionica. La tratta Catanzaro-Roccella Ionica attraversa luoghi incantevoli, a pochi passi dal mare. La linea, praticamente pianeggiante, presenta solo alcune livellette per accedere ai numerosi ponti torrentizi.

25.00 € Aggiungi
Roccella Jonica-Reggio Calabria

Roccella Jonica-Reggio Calabria

Reg. 3743 Catanzaro Lido-Reggio Calabria
in cabina di guida della D.445
DVD 43 minuti produzione Tg-Trains 2011

A bordo della D.445.1035 effettuiamo il Reg. 3743 Catanzaro Lido-Reggio Calabria, in partenza alle 10,56 da Roccella. La tratta meridionale della ferrovia ionica è la più spettacolare dei 472 km da Metaponto a Reggio Calabria Centrale. Attraversiamo paesi dai nomi tristemente famosi per i fatti di cronaca contemporanea: Siderno, Locri, Ardore, Bovarino, Bianco, Africo Nuovo sono delle cartoline per il viaggiatore ignaro. In mezzo a un paesaggio idilliaco fra mare e Aspromonte, opere di urbanizzazione selvaggia fanno da cornice ad una linea ferroviaria moderna ma dimenticata. A Capo Spartivento, il lembo più a sud della penisola è il binario della Jonica. Poco dopo, ecco l’inconfondibile profilo dell’Etna e, passo dopo passo, avvicinandoci a Reggio Calabria, la Sicilia è lì e ci sembra quasi di toccarla...

25.00 € Aggiungi
Reg. 8506/8507 Cosenza-Catanzaro Lidoin cabina di guida della ALn 668.10724
Cosenza-Sibari

Cosenza-Sibari

Reg. 8506/8507 Cosenza-Catanzaro Lido
in cabina di guida della ALn 668.10724
DVD 77 minuti produzione Tg-Trains 2011

Dalla nuova stazione di Cosenza, una vera cattedrale nel deserto calabrese, enormemente sovradimensionata per il traffico di cui oggi è oggetto, partiamo alla volta di Sibari prima, e di Catanzaro Lido poi, a bordo della ALn 668.1072. La Cosenza-Sibari costituisce la chiusura dell’anello elettrificato più a sud del Paese con la linea Sibari-Taranto. Sul tratto percorso, sebbene elettrificato, i servizi regionali sono svolti esclusivamente con un turno di automotrici Diesel. Nel torrido clima estivo di fine giugno il paesaggio circostante è molto bello; le stazioni, alcune trasformate in posti di movimento, lasciano intuire che il servizio pubblico è meno attraente di quello privato. Peccato che, anche su questa linea, gli investimenti tecnologici, strutturali e di armamento non siano stati indifferenti...La tratta appare come in letargo, in attesa di una più calda stagione, che sembra non voglia arrivare.

9.99 € Aggiungi
Sibari-Crotone

Sibari-Crotone

Reg. 8506/8507 Cosenza-Catanzaro Lido
in cabina di guida della ALn 668.10724
DVD 77 minuti produzione Tg-Trains 2011

A bordo della ALn 668.1072 percorriamo 113 km fra Sibari e Crotone lungo la direttrice ionica. La linea presenta un profilo altimetrico pianeggiante, salvo alcune brevi livellette che immettono a numerosi ponti torrentizi. Armata con lunghe rotaie saldate, da 60 kg/m, la linea, attrezzata con SCMT, consente velocità fino a 140 km/h. Attraverso il paesaggio tipico del sud d’Italia che fa da cornice alla ferrovia, osserviamo da un punto di vista privilegiato le due realtà che qui convivono, fatte di una natura lussureggiante e di opere incompiute. Più “vicino” all’Africa che all’Europa, quest’angolo di Paese viaggia negli stessi tempi e modi. L’infrastruttura ferroviaria esistente consentirebbe, in un paese come la Germania o la Francia, uno sviluppo turistico notevole, semplicemente offrendo un servizio viaggiatori moderno ed efficiente.

9.99 € Aggiungi
Crotone-Catanzaro Lido

Crotone-Catanzaro Lido

Reg. 8506/8507 Cosenza-Catanzaro Lido
in cabina di guida della ALn 668.10724
DVD 60 minuti produzione Tg-Trains 2011

A bordo della ALn 668.1072 percorriamo i 60 km che dividono Catanzaro Lido da Crotone. Mentre per tutte le tratte ioniche corre a pochi metri sul livello del mare, per aggirare il tacco d’Italia la ferrovia valica il promontorio del Marchesato, la cui notorietà è rappresentata dal paese di Isola di Capo Rizzuto, con la sua marina. L’ascesa alla galleria di valico vede delle impegnative rampe, che variano dal 10 al 20 per mille. Al portale sud della galleria di valico di Cutro, di 2723 metri, in ascesa 14 per mille, sono installati degli aspiratori per evitare la saturazione di gas di scarico all’interno del tunnel, un vero unicum sulla rete di RFI. A San Leonardo di Cutro, oggi Posto di Movimento, la linea torna a correre a quote marine

9.99 € Aggiungi
Da Cosenza allo Ionio

Da Cosenza allo Ionio

in cabina di guida delle Ferrovie Calabre
DVD 76 minuti produzione Tg-Trains 2009

In terra calabra corrono i binari di Trenitalia e quelli a scartamento ridotto 950 millimetri delle Ferrovie della Calabria. Nella primavera 2005 un gruppo di ferrovieri di LeNord, appassionati di ferrovia, ha realizzato questo tour in terra calabra, con il preciso intento di viaggiare a bordo dei caratteristici treni che percorrono questo territorio assai difficile dal punto di vista morfologico. I ferrovieri hanno percorso l’intero tragitto da Cosenza a Catanzaro Lido a bordo di treni ordinari, con la fortuna di utilizzare una delle ultime M2 120 Breda ancora in servizio regolare, e l’ultimo tratto a cremagliera presente in Italia, fra Catanzaro Città e Catanzaro Lido.

9.99 € Aggiungi
Il merci della Sila

Il merci della Sila

Da Cosenza a San Nicola Silvana Mansio
DVD 62 minuti produzione Tg-Trains 2009

Siamo in terra calabra, nel cuore dell'Altopiano Silano, immersi nella natura di un territorio selvaggio e incontaminato che, con le sue mille sfumature di colore, regala una miriade di emozioni e senzazioni vivissime anche al viaggiatore più distratto. Quest’oggi viaggeremo nel tempo, un tempo non troppo lontano. Con un treno misto, organizzato da un gruppo di ferrovieri di LeNord, appassionati di ferrovia, che nel 2005 ha realizzato questo tour ferroviario, raggiungeremo Camigliatello Silano, e, in trazione a vapore, San Nicola Silvana Mansio, sull’Altopiano della Sila.

9.99 € Aggiungi
Tg-trains Via Novara, 34  - 21046 - Malnate (VA)  tel.333 6158175 e-mail: ordini2010@tg-trains.com  P.IVA 03613960123  C.F TLNMRZ66B25L682J

Torna ai contenuti | Torna al menu